Category Archives: Musica

SUNDAY FUNKDAY domenica 24 giugno

Alla scoperta di sonorità funk, break, afrobeat
con Mimmy e THX e la loro selecta di vinile
+ Freestyle Hip Hop dance cypher

dalle 17 funk fresco dall’impianto
dalle 19 aperitivo sociale
per tutta la serata: birre e allegria

THX. Riccardo coltiva dagli anni ’80 una vera e propria ossessione per i dischi fonografici in vinile.
Nei primi anni ’90 suona il basso elettrico. Nel 1997 comincia la sua esperienza con i dj set: elettronica, industrial, breakcore, jungle, ambient dub, drum&bass, techno, funk, hip hop, reggae, soul, rock, minimal. Dal 2000 inizia a praticare scratching e turntablism e a produrre brani personali anche con macchine hardware. Il disco in vinile rimane tutt’oggi una delle sue più grandi passioni.

MIMMY. Dna greco e formazione Soul, R’N’B’e Hip Hop, si diletta a creare incontri afro-mediterranei con incursioni Funk e Boogie.

Machine Funk è un punto d’incontro per musicisti elettronici.
Spesso autoconfinati in studio o in camera da letto, i musicisti elettronici di Firenze non si incontrano più come prima, mentre emerge prepotente il bisogno di evolversi anche artisticamente all’interno di reti sociali che valorizzino le competenze di ognuno.
Machine Funk è un’occasione per suonare insieme, conoscersi, scambiare idee, collaborare senza limiti di genere o sonorità.
Piena attitudine “do it yourself”, e volontà di andare oltre agli automatismi performativi cristallizzati nei cliché dell’entertaining elettronico, accolgono chi si approccia a Machine Funk.
Machine Funk è un’esperienza auto-organizzata e auto-gestita in ogni suo aspetto. Non ci sono deleghe, tutti responsabili di tutto.
Machine Funk è uno spazio libero da discriminazioni: no sessismo, no razzismo, no fascismo.

Group: MACHINE FUNK
Venue: LaPolveriera SpazioComune (http://lapolveriera.blogspot.it/)

IN POLVERIERA NON SI SPACCIA
E NON SI FA PROFITTO

Street Fighterz per Afrin /// 21 Giugno

STREET FIGHTERZ per Afrin @ La Polveriera Spazio Comune

In occasione della presentazione di StreetBook Magazine #8 Three Faces organizza un evento di solidarietà a tutto tondo, condito da ottima musica, live painting e performance dal vivo.

Si partirà alle 17.30 con un live painting ad opera di vari artisti sia interni all’associazione Three Faces, sia street artist del panorama fiorentino, sia chiunque si proponga attraverso una call pubblica che sarà lanciata a breve. I quadri prodotti durante il pomeriggio verranno messi all’asta il giorno seguente durante la festa che si terrà alla Facoltà di Agraria, con il ricavato che sarà interamente devoluto per i combattenti di Afrin.

Per tutto il pomeriggio saranno a disposizione birre e bevande fresche, accompagnate da una selezione Reggae, Ska, Hip-hop, Dancehall, Jungle e bass music in generale (J’n’B selection).

Verso le 20 partirà poi un aperitivo di finanziamento per la stampa del free-press StreetBook Magazine.

Per finire si terrà la presentazione del numero 8 della rivista, accompagnato da una lettura di Chiara Francioni su un racconto inserito nel magazine.

Evento realizzato in collaborazione con: Progeas Family e Da Firenze ad Afrin.

CALL FOR AFRIN /// CALL FOR ARTISTS

Essendo rimasti particolarmente colpiti dalla situazione che sta vivendo Afrin negli ultimi mesi – oscurata quasi completamente dai media nazionali e giunta alla nostra attenzione anche grazie all’occupazione della Facoltà di Architettura organizzata dal comitato Da Firenze ad Afrin lo scorso marzo – abbiamo deciso, nel nostro piccolo, di dare un contributo concreto a chi sta combattendo per la propria libertà contro gli invasori Turchi. Nei fronti resistenti sono arruolati anche tanti ragazzi della nostra età, che spontaneamente hanno deciso di unirsi e rischiare la propria vita per una giusta causa. Abbiamo deciso quindi di organizzare, all’interno dell’evento di presentazione della nostra rivista, una giornata di live painting benefit, cui può partecipare chiunque, per raccogliere dei fondi da devolvere interamente ai combattenti di Afrin tramite un’asta dei lavori prodotti.

A CHI CI RIVOLGIAMO: a te che disegni.

PER COSA: vogliamo chiamare alle armi pittori, illustratori, collage-artist e chiunque si voglia cimentare nella produzione di un’opera con l’intento di metterla all’asta nei giorni successivi durante una festa organizzata da Progeas Family e Da Firenze ad Afrin. Noi forniremo il supporto sul quale dipingere (tavole di dimensione approssimativa di un A3). Dato che la tecnica artistica è completamente libera portate i vostri colori o il vostro materiale. Tutto il ricavato sarà devoluto ai combattenti di Afrin.

QUANDO: giovedì 21 giugno dalle 17:30 alle 22:30 durante l’evento “Street Fighterz per Afrin”.

DOVE: LaPolveriera SpazioComune.

PERCHE’: Perché riteniamo sia giusto non dimenticarci di ciò che sta succedendo in Siria, e ridare forza e vigore a chi in questi giorni sta rischiando la vita per la libertà di un popolo, rinnovando il nostro moto di sdegno verso un conflitto di cui non si riesce a intravedere la fine.

Se vuoi partecipare, scrivici in privato sulle pagine Three Faces o StreetBook Magazine (o alla mail threefacespublish@gmail.com) per confermare la tua adesione! Ti chiediamo la cortesia, per motivi organizzativi, di confermare la tua presenza non oltre il 19/06.

Venezia a Firenze! /// McGimsey, Goldoni, Spritz e FunkAmari! 15 giugno

La Laguna scende a Firenze, per rinfrescarci di ghiacchio e cultura.

– ore 18 –
Presentazione del libro “No go dito gnente” (Supernova, 2018), con l’autore Jason Francis Mc Gimsey

A seguire:
Dialogo tratto dalla commedia “La Villeggiatura” di Carlo Goldoni, con Cosma Barbafiera e Giorgia Stornanti del Laboratorio di Teatro della Polveriera

– ore 19 –
Spritz veneziano a tutto spiano (che fa anche rima)

– ore 20 –
Aperitivo buonissimo

– ore 21 –
Concertone dei Funkamari

Durante:
Amari

/ Ingresso come sempre gratuito, come sempre bar a prezzi popolari.

Qualche info in più:

1) “No go dito gnente”, di J.F. McGimsey. Un’opera che raccoglie quattro racconti scritti interamente in dialetto veneziano. L’autore è statunitense di nascita, vissuto a Venezia e dintorni per diversi anni, poi trasferitosi a Parigi dove attualmente insegna.
In “No go dito gnente. Quatro conti de Venessia”, lo scrittore esplora la vita contemporanea dell’isola-città unica della laguna attraverso il vissuto di un gruppo di attivisti/militanti dei centri sociali. Il tutto è narrato in prima persona da un protagonista di nome Tommi, un timido scrittore esordiente.
Con un linguaggio diretto e popolare, sviluppato dopo una lunga ricerca linguistica, si assaggia, in una forma di scrittura del tutto inedita, l’arte del racconto orale caratteristica di questa regione d’Italia. (http://www.supernovaedizioni.it/dettaglio.php?id=504)

2) Dialogo tratto dalla commedia “La Villeggiatura” di Carlo Goldoni. Attrici: Cosma Barbafiera, Giorgia Stornanti. Dialogo tra Don Gasparo e sua moglie Donna Lavinia, due nobili decaduti che si trovano in villeggiatura a Livorno in compagnia di altri aristocratici e la servitù, fra giochi d’amore ed equivoci.

3) Spritz veneziano: prosecco, Aperol, seltz.

4) FunkAmari. https://www.youtube.com/watch?v=HUXtnpC4kv0

City Final (“Anecdotes” release party) + Sex Pizzul

Titolo: City Final (“Anecdotes” release party) + Sex Pizzul
Collegamento: Clicca qui
Descrizione: City Final festeggiano l’uscita del nuovo LP a Firenze e lo fanno in modo non convenzionale, in una delle cornici più belle e genuine del centro cittadino, La Polveriera, e in compagnia degli amici Sex Pizzul.

Una festa che inizia presto, venerdì 11 maggio, per assaporare l’inizio del fine settimana con musica, bevute e cibo a prezzi popolari, senza dover rientrare a casa dopo lavoro. Dritti alla meta, lo spirito di aggregazione ci salverà tutti.

L’aperitivo inizia alle 19:00, i concerti alle 20:30 e finiscono presto. Puntualità o rimorso.

Inizio concerti: 20:30

“Anecdotes” segna l’atteso ritorno sulla lunga distanza di City Final. Con il nuovo LP, la band riprende il discorso avviato con “How We Danced” quasi sette anni fa, consegnando un distillato di quello che è accaduto nel mentre, ma puntando decisamente anche un faro al futuro. Lo fa con immediatezza e l’originale commistione di wave e tonalità cromatiche delle colonne sonore nostrane di una volta.

“Anecdotes”, il nuovo LP uscito il 27 aprile, è disponibile in edizione limitata: www.cityfinal.net

Ora inizio: 19:00
Data: 11-05-2018

Da Rifredi ad Afrin – concerti benefit DOMENICA 25 [SPOSTATO AD ARCHITETTURA]

DA RIFREDI AD AFRIN
DOMENICA 25 MARZO
Ore 17.00 / 22.30

Merenda benefit e dibattito con racconti dal fronte di Afrin, nel nord della Siria, dove l’esercito turco appoggiato da forze islamiste sta cingendo d’assedio la città di Afrin, a maggioranza curda.

La nuova offensiva turca, iniziata il 20 gennaio, vuole cancellare la presenza curda dalla città di Afrin, nel nord della Siria. L’esercito di Ankara considera terroristi le combattenti e i combattenti del YPG-YPJ che hanno liberato il Rojava dalla presenza dello Stato Islamico e hanno costituito una forma di autogoverno che include le minoranze etniche e richiede la parità di genere.

La resistenza di Afrin ha visto accorrere molti combattenti internazionali, antifascisti da tutto il mondo si sono uniti al YPG e alla Federazione Democratica della Siria del Nord per respingere l’attacco Turco che ha già fatto centinaia di vittime civili.

Ore 17
Mimmy & Qahwa (afrofunk / boogie / hip hop)

Ore 17.30
Merenda benefit per il Coordinamento Toscano per il Kurdistan

Ore 18.30
Dibattito con interventi di testimoni del conflitto ad Afrin e in Rojava

ore 20.00
Ninjaz Numa Crew showcase + AntifaFlow MC cypher hosted by Tullo’s Nanne (grime / hip hop)
Lu Turcu Selectah (reggae)

Tutto il ricavato BENEFIT Coordinamento Toscano per il Kurdistan

Chiusura ore 22.30
Rispetta La Polveriera

Dance Art, Let’s Fuck Vol.3 – l’Attacco delle Batterie Mutanti

Sabato 17, durante la giornata di mercato DI MANO IN MANO

l’Attacco delle BATTERIE MUTANTI – meccaniche evolutive al servizio del male

Terzo appuntamento con i rituali tribali di UR suoni.
Il volume 3 di DANCE ART, LET’s FUCK si concentra sulle possibilità evolutive degli strumenti sottoposti a trattamento elettro-acustico. Alle 18:00 il musicista elettronico Francesco Zedde terrà un WORKSHOP per illustrare varie tecniche manipolatorie del suono, tra cui no-input mixing e circuit bending. Seguirà un DJ set mutante a cura di fff, per introdurre a dovere i furiosi live di LAMPREDA e TONTO. Entrambi i progetti sono one man band che utilizzano set di percussioni elettrificate. Nonostante le premesse comuni, tuttavia, gli esiti musicali sono radicalmente differenti. Preparatevi a sperimentare alcune fra le più estreme declinazioni del groove.

MAKE PUNK ROCK DANCEABLE AGAIN!

ore 18:00 – Workshop: no-input mixing (by Francesco Zedde)
ore 19:30 – Aperitivo + ffff DJ set >Industrial mutant disco
ore 21:00 – Lampreda (tribal noise da Firenze) live!
ore 22:00 – Tonto (electroacustic-core da Bologna) live!

——————————————————————

LaPolveriera SpazioComune
Via santa Reparata 12 rosso, loggiato del Chiostro della Badessa,
ex convento di Sant’Apollonia

dalle 18:00 alle 23:00 – INGRESSO LIBERO

—————————————————————–

WORKSHOP: NO INPUT MIXING (a cura di Francesco Zedde)
Francesco Zedde nasce a Jesi (An) nel 1993. Diplomato in sound design presso il Conservatorio Martini di Bologna, è attivo fin dal 2007 in varie formazioni musicali al confine fra punk, noise, ambient e live electronics. Il workshop è incentrato su un sistema di sintesi sonora realizzato con una catena chiusa di pedali per chitarra, modificati in maniera artigianale. Si rivolge agli amatori di musica elettronica, del noise, dei pedali, musicisti o meno. I partecipanti sono invitati a portare pedali, giocattoli, radio da scassare e altri aggeggi elettronici. Non è necessaria nessuna conoscenza pregressa e tutti sono benvenuti.

——————————————————————

Lampreda (UR suoni, Firenze)
Lampreda è l’alter ego del batterista fiorentino Simone Vassallo, già dietro le pelli con Tribuna LuduSex Pizzul e Clap Clap, qui alla sua prima uscita da solista per UR suoni. Il progetto nasce come un esperimento sull’elettrificazione della batteria, attraverso microfoni autocostruiti, un mixer e una amplificatore rotto. Miscelando poliritmie afro con influenze Giapponesi e Indonesiane, il nostro da vita a una techno arrembante, memore della cultura industrial e di certa avanguardia.
[AUDIO: https://ur-suoni.bandcamp.com/album/lampreda-0]

TONTO (Weird Tapes Rekords, Bologna)
Tonto è l’alter ego del prolifico musicista elettronico di stanza a Bologna Francesco Zedde, attivo da anni in varie formazioni underground comeTacet Tacet TacetDiarrheal Blast e Ritual Of Naught. Il progetto si configura come una Punk rock one man band, costituita da una batteria acustica e una voce processate digitalmente. Beat furiosi e urla distorte, per un’esperienza d’ascolto che non può lasciare indifferenti.
[AUDIO: https://tonto3.bandcamp.com/album/excerpts-2]

——————————————————————
——————————————————————

UR
https://www.facebook.com/URsuoni/
https://ur-suoni.bandcamp.com/
ur.suoni@gmail.com

Dance Art, Let’s Fuck Vol.2 – NO MEANS NOise – Sabato 24 febbraio

NO MEANS NOise – Etica ed Estetica del rumore (24/2/2018)

Secondo appuntamento con i rituali tribali di UR suoni.
Il volume 2 di DANCE ART, LET’s FUCK esplora l’eredità artistica della No Wave e la valenza catartica del rumore in musica. Alle 18:00 verrà proiettato il film documentario “Kill Your Idols”, acuta riflessione sul movimento Art Punk fiorito a New York verso la fine degli anni ’70. Seguirà un furioso DJ set a tema, per riscaldare a dovere i presenti in vista dei live scatenati di Elettrocapra e Il Cloro.

ore 18:00 – Proiezione del film documentario “Kill Your Idols”
ore 19:30 – Aperitivo + ffff DJ set > post-punk, mutant disco
ore 21:00 – Elettrocapra (noise rock da Firenze) live!
ore 22:00 – Il Cloro (no wave/punk’n’paste da Ravenna) live!

——————————————————————

LaPolveriera SpazioComune
Via santa Reparata 12r, loggiato del Chiostro della Badessa,
ex convento di Sant’Apollonia

dalle 18:00 alle 23:00 – INGRESSO LIBERO

—————————————————————–

KILL YOUR IDOLS (Scott Crary, 2006)
Vincitore del premio per il miglior documentario al festival di Tribeca nel 2004, il film di Scott Crary analizza tre decadi di rock rumorista Newyorkese. Passando dall’elettronica d’assalto dei Suicide alla No Wave di Contortions e DNA negli anni ’70, attraverso il noise di Sonic Youth e Swans negli anni ’80, fino ad arrivare alle “nuove leve” dei primi anni ’00 (gruppi come Yeah Yeah Yeahs, Liars, Black Dice e Gogol Bordello), il documentario esplora le diramazioni del movimento Art Punk e la scena musicale della Grande Mela. Combinando filmati d’archivio e interviste ai maggiori protagonisti della scena (da Arto Lindsay a Lydia Lunch, da Thurston Moore a Michael Gira), il film si configura come un appassionante dialogo fra generazioni, che tocca temi come l’originalità nell’arte, i cambiamenti dell’industria musicale e l’influenza dei media.

——————————————————————

ELETTROCAPRA (UTU Conspiracy, Firenze)
I noise rockers Elettrocapra sono fra le formazioni più estreme e interessanti germogliate all’interno dell’underground fiorentino. Con una classica formazione a tre chitarra + basso + batteria, i nostri centrifugano groove spastici, rumorismo selvaggio e ironia caustica, in un mix di sicuro effetto che attinge al meglio di mostri sacri quali Birthday Party, Jesus Lizard e No Means No.
[AUDIO: https://elettrocapra.bandcamp.com/]

IL CLORO (Lepers Produtcions, Ravenna)
Direttamente dalla scuderia Lepers Produtcions, Il Cloro è un duo atomico che incarna lo spirito Art Punk della No Wave newyorkese nella sua forma più pura. Armati di una batteria funkeggiante e tribale, di chitarre sghembe e metalliche, di sassofoni ululanti e di un campionatore fuori controllo, i nostri producono, per loro stessa ammissione, “una spotmusic / nowave disinfettante, ossidante, sbiancante, volta a ripulire la cattiva reputazione dei punk passati alla storia per VHS in cui li riprendevano in gesti non votati all’igiene”.
[AUDIO: https://lepers.bandcamp.com/album/vhs-punk-paste]

——————————————————————
——————————————————————

UR
https://www.facebook.com/URsuoni/
https://ur-suoni.bandcamp.com/
ur.suoni@gmail.com

Due-giorni di arte: incontri, decorAzioni, concerti e confronti

17-18 febbraio. A Firenze, un fine settimana ricco di eventi, arte, incontri e confronti.

“Chi governa dice ‘nessuno tocchi le città’, mentre lo dice però le tocca, e certo non piano, le trasforma, le devasta, limita ogni giorno più lo spazio pubblico nel sogno del controllo totale, gelide vetrine per ospitare capitali, grandi eventi fotocopiati scimmiottando cultura, turisti danarosi e aperitivi replicati indicano la direzione del sogno di qualcuno.
Ma bellezza di Firenze, di Milano e di ogni città è data dall’azione dal basso di chi le vive e le attraversa; le pratiche artistiche di strada hanno una storia lunga e multiforme, di diffusione planetaria, totalmente multietnica e multiculturale.
Non può essere questione di richieste, permessi e burocrazia, non è qualcosa che si può controllare se non per rendere il tutto asettico, triste e falso.
Non ci interessa il dibattito buono/cattivo, e ci repelle ragionare su legale o illegale.
La nostra arte vuole essere pubblica.”

Vogliamo discutere di questo e di altro con artisti e progetti fiorentini, milanesi e di altre città, con il collettivo Wiola Viola, con l’assemblea RibellArti e con chi altri vorrà partecipare. Cercheremo confronti e parallelismi fra luoghi simili e diversi, proveremo a  capire le possibilità di azione ed espansione di reti solidali di scambio e produzione artistica, e tenteremo di analizzare le nuove forme e pratiche d’arte che da qualche anno si vanno sperimentando.
C’è nell’aria un nuovo modo di fare, e ne vogliamo parlare tutti insieme.

ELENCO DEI TAVOLI:

Le nuove forme di produzione e diffusione artistica
// Dove parleremo di diritto d’autore, copyleft, luoghi e freschi modi di (ri)produzione dell’arte contemporanea.
Corrado Gemini (CTRL)
Stefano Bonora (curatore indipendente)
Vincenzo Marrese (artista)
Rocco Qahwa (musicista)
Marco Teatro (artista)
Daniele Gambetta (scrittore)

La repressione nell’arte
// Dove affronteremo l’aspra questione confrontando le esperienze fiorentine con quelle milanesi e di altre città, e dove proveremo a misurare le possibilità reali di una rete solidaristica antagonista.
Domenico Melillo (avvocato e autore)
Angela Ferravante (avvocato)
Andrea Cegna (autore)
Mehstre (artista)

Decor.Azioni
// Dove esporremo e pittureremo.
Piger, Marco Teatro, ivan, Frode, Mister Blob, Stefano e Mattia Bonora, Endone, Mehstre, Mister Caos, Movimento per l’Emancipazione della Poesia, RibellArti crew, Tele Brucio, Jamesboy

PROGRAMMA:

– SABATO 17/2 (@ LaPolveriera SpazioComune)

Ore 16: Tavolo “Le nuove forme di produzione e diffusione artistica”
Ore 18: Presentazione della rivista RibellArti
Ore 20: Aperitivo/cena
Ore 21: Concerti di Iena (Firenze/punk oi) + Nofu (Roma | hc vecchia scuola) + Twinz dj-set (Milano | elettronica in creative commons)
Tutto il giorno: “Decor.Azioni”

– DOMENICA 18/2 (@ Occupazione Viale Corsica)

Ore 15: Workshop di xilografia a tema “Insettario, erbario”
Ore 18: Tavolo “La repressione nell’arte”
Ore 20: Aperitivo/cena
Ore 21: Mimmi & LaPonto dj-set
Tutto il giorno: “Decor.Azioni”

// Gli incontri saranno seguiti da Radio Wombat Firenze. / Sempre sintonizzati.

// Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito.

“Musica e colore, artisti e cittadini, insieme a Wiola raccontiamo una città diversa. L’arte è comunicazione, è trasformazione, è un processo che istintivamente connette, racconta, evolve il tessuto urbano e sociale. Wiola tocca i muri, li respira insieme a noi, per raccontarci che è solo nella ricchezza delle differenze che si può costruire un modo nuovo di vedere la città: più positiva, accogliente, e soprattutto unita attorno alla convinzione che colorare un muro non può essere un crimine.”

CANNIBáLIA – NUOVE FAGOCITAZIONI SONORE 20/1 a cura di UR suoni

Primo appuntamento con i rituali tribali di UR suoni. Il volume 1 di DANCE ART, LET’s FUCK propone una rassegna di etno-punk lusofono dal taglio ruvidamente danzereccio.

ore 19:00 – Aperitivo + ffff DJ set > wild, sub-tropical tunes
ore 21:00 – Caveira à-go-gô, live!
ore 22:00 – Arabia Saudade, live!
——————————————————————

LaPolveriera SpazioComune
Via santa Reparata 12, loggiato del Chiostro della Badessa,
ex convento di Sant’Apollonia

dalle 19:00 alle 23:00 – INGRESSO LIBERO

——————————————————————

1928: il poeta brasiliano Oswald De Andrade si fa portavoce del cannibalismo culturale, unica via per superare l’egemonia intellettuale imperialista. Come i famigerati indigeni dell’Amazzonia, gli artisti brasiliani devono divorare e digerire i loro simili, vicini (cultura amerindia e africana) e lontani (cultura europea e nordamericana), così da sintetizzare una cifra stilistica originale.

1968: I cantautori Caetano Veloso e Gilberto Gil accolgono i suggerimenti di De Andrade, cominciando a contaminare in maniera sacrilega Bossa Nova, Samba-canção e Música Popular Brasileira con il rock psichedelico di Beatles e Jimi Hendrix. Nasce il movimento culturale conosciuto come Tropicália.

2018: La contaminazione artistica diventa la cifra stilistica della modernità. Sempre più spesso, i cul-de-sac creativi si superano con rapide incursioni a sud dei Tropici. E’ giunto il nostro turno di mangiare.

——————————————————————

CAVEIRA À-GO-GÔ (UR suoni, Firenze)
Dalla scuderia UR suoni, un progetto di prossima pubblicazione alla sua prima sortita in pubblico. Membri passati e presenti dei Tribuna Ludu danno sfogo a una passione di vecchia data per la tradizione brasiliana, brutalizzando grandi classici che vanno da Tom Zé alle Mercenárias. Impianto dub e rigurgiti industriali, attitudine punk, baile funk, samba e kuduro, atmosfere urbane e rituali candomblé.

ARABIA SAUDADE (Lepers Produtcions, Milano)
Il parto più recente della folle fucina creativa nota come Lepers Produtcions. Un pericoloso cortocircuito fra oriente e occidente, che segue direttive più immaginate che reali. Post-punk aspramente ritmico di matrice Minutemen, trance mediorientale, linee vocali tra lo stralunato e l’ipnotico, condite da testi in portoghese tradotti grazie a Google Translate.
[AUDIO: https://lepers.bandcamp.com/album/americ]

“Solo l’Antropofagia ci unisce. Socialmente. Economicamente. Filosoficamente. Unica legge del mondo. Espressione mascherata di tutti gli individualismi, di tutti i collettivismi. Di tutte le religioni. Di tutti i trattati di pace. Tupy or not Tupy, that is the question.” (Oswald De Andrade, Manifesto Antropofago, 1928)

——————————————————————
——————————————————————

UR
https://www.facebook.com/URsuoni/
https://ur-suoni.bandcamp.com/
ur.suoni@gmail.com