Category Archives: Radio Wombat

2° Festival di letteratura sociale – 18/19/20/21 maggio 2017

seconda edizione
Firenze, 18-19-20-21 maggio 2017
presso La Polveriera Spazio Comune (via Santa Reparata 12/r).

Autori e progetti, riviste e case editrici di proposta alternativa e indipendente, esperienze di auto-editoria e di militanza letteraria: percorsi e persone che non solo resistono, ma da anni sperimentano con coraggio nel mondo della produzione culturale e letteraria, creando consapevolmente sapere vivo e comune, estraneo ai circuiti del profitto.
Il Festival di Letteratura Sociale a Firenze – quest’anno alla seconda edizione – è cresciuto e si svilupperà nell’arco di quattro giorni negli spazi autogestiti della Polveriera (http://lapolverierablog.blogspot.it/). Si svolgerà nei giorni 18, 19, 20 e 21 maggio 2017 e vedrà alternarsi presentazioni, letture, concerti, esposizioni, live painting, tavole rotonde e dibattiti.
Il Festival viene organizzato con l’intento di dare voce e spazio a esperienze di autoproduzione che cercano di emanciparsi dalle logiche di mercato dell’editoria attuale. Obiettivo del Festival è dare vita a liberi momenti di confronto, condivisione, diffusione e scambio di arti e culture.
Parteciperanno, tra gli altri, gli autori Wolf Bukowski, Gianluca Costantini, Adriano Masci, Edoardo Olmi, Alberto Prunetti, Edoardo Rialti, Vanni Santoni.
Verranno presentate con gli autori e i curatori le riviste autoprodotte Ruggine, Qui e Ora, Streetbook Magazine, La città invisibile, Nuova Rivista Letteraria e Zapruder.
Tra gli ospiti anche ivan (Ivan Tresoldi), il Movimento per l’Emancipazione della Poesia, Lorenzo Ruggeri e Carolina Pezzini, Piger, Vincenzo Romania, il collettivo musicale Machine Funk, il collettivo di poesia orale FumoFonico e il cantautore siciliano Cesare Basile, che si esibirà in concerto la sera di venerdì 19 maggio.
Tutto il festival è auto-organizzato e auto-finanziato e verrà trasmesso in diretta da Radio Wombat (https://wombat.noblogs.org/), nuova web radio fiorentina.
Tutti gli eventi saranno ad ingresso gratuito così come tutte le attività svolte in questo spazio dalla sua nascita, con la convinzione che la cultura abbia un valore incommensurabile e debba essere liberamente condivisa e sempre accessibile a tutti.
Programma:
 
Giovedì 18
 
15.00 Apertura festival e presentazioni.
15.30 Presentazione della rivista Qui e Ora, con i curatori del progetto.
16.30 Presentazione della rivista La Città Invisibile, progetto del laboratorio perUnaltracittà.
18.00 «Le parole della rivoluzione», presentazione dell’ultimo numero di Nuova Rivista Letteraria (Alegre), con Adriano Masci e Wolf Bukowski.
19.30 Presentazione di StreetbookMagazine (Threefaces) e letture di Carolina Pezzini musicate da Lorenzo Ruggeri.
20.30 Aperitivo di auto-finanziamento.
21.00 Sessione di illustrazione dei racconti del nuovo numero della rivista Ruggine, e selezione musicale a cura di Radio Wombat.
Chiusura ore 23
Venerdì 19

15.00 Presentazione di R:existance(Ensemble), libro di poesie di Edoardo Olmi, introduce M. De Micco.
16.00 «Pazza idea. Genere, salute mentale, controllo», presentazione dell’ultimo numero del quadrimestrale Zapruder (Storie in Movimento) con Alice Corte, Claudia Celentano e Domizia Weber.
17.00 Presentazione di Le cicatrici tra i miei denti – Antologia e ritratti di poesia in lotta (NdA Press), con l’autore e disegnatore Gianluca Costantini.
18.30 LE FORME DELLA POESIA CONTEMPORANEA, tavolo aperto con ivan (Milano), Movimento per l’Emancipazione della Poesia, Vincenzo Romania (Unipd), Simone Burratti (Formavera), Jessica Mazzotti (Archivio Diaristico Nazionale); coordina La Polveriera.
20.30 Aperitivo di auto-finanziamento.
21.30 Concerto di Cesare Basile.

Chiusura ore 24.
Sabato 20

15.00 Presentazione del volume ibrido Marchecazzovaidicendo?, di Autori Tritati.
16.00 Presentazione di Rosa Luxemburg. Marxista e rivoluzionaria, a cura di CortoCircuito e Marxpedia.
17.00 Presentazione di Dove sono i nostri. Lavoro, classe e movimenti nell’Italia della crisi (Usher), di e con Clash City Workers.
18.00 Presentazione di Meccanoscritto (Alegre), romanzo metallurgico e collettivo, con Alberto Prunetti, Adriano Masci e Collettivo MetalMente.
19.30 Presentazione di Affluenti. Nuova poesia fiorentina (Ensemble), con gli autori e i curatori del volume E. Olmi e M. Incardona.
20.30 Aperitivo di auto-finanziamento per la 6a edizione del festival Inchiostri Ribelli (1-4 giugno 2017).
21.30 DARE LA PAROLA, spettacolo di ivan, con live-painting di Piger e accompagnamento musicale di Lorenzo Ruggeri.
23.00 Selezione musicale a cura di Radio Wombat.

Chiusura ore 24.
Domenica 21

15.30 Presentazione di Di tutti i mondi possibili. Nove saggi attraverso il fantasy (Effequ) con gli autori Edoardo Rialti e Vincenzo Marasco.
17.00 SCRITTURA COLLETTIVA, INFORMATICA E HACKTIVISMO, tavolo aperto con Daniele Gambit (Progetto MAZ), Jessica Mazzotti (HOKA), Laboratorio perUnaltracittà; coordina La Polveiriera.
19.00 Presentazione de La Stanza Profonda (Laterza), con l’autore Vanni Santoni.
20.00 Aperitivo di auto-finanziamento.
20.30 Open Mic a cura di FumoFonico, collettivo di slam poetry.
22.30 Lettura libera con sonorizzazione di Machine Funk.
Chiusura ore 23,30.
TUTTI E QUATTRO I GIORNI

Librerie, distro, banchi espositivi: Alegre, Associazione Liberarsi, Ateneo Libertario, Clash City Workers, CortoCircuitoMarxpediaInchiostriRibelli, Infosciop Corsica 81, Laboratorio perUnaltracittà, Libreria CSA nEXt Emerson, Libreria Majakowski (CPA fi-sud), Occupazione di via del Leone, Radio Wombat Firenze, Squeert Parade.
Esposizioni e interventi grafici: Gianluca Costantini, ivan, L’Inquieto, Mehstre, Movimento perl’Emancipazione della Poesia, Piger, RibellArti, Three Faces.
Riprese a cura del collettivo Macaleone.
Segui il festival in diretta su Radio Wombat Firenze.
Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito.
Bar a prezzi popolari aperto tutti i giorni.
La Polveriera – e dunque il festival – è contro ogni forma di discriminazione. Sessismo, razzismo, fascismo e comportamenti anti-sociali qua non sono ammessi.

 

 

MERCATO di Marzo

 

Come ogni seconda domenica del mese, torna il mercato nel chiostro di sant’apollonia.
A partire dalle 10,30 troverete i banchi dei produttori. Anche in caso di pioggia, il mercato si svolgerà senza problemi sotto i portici.
Dalla mattina CAPOEIRA con la Roda do Mercado
Dalle 16,30 in diretta su RadioWombat – aspettando la premiazione del vincitore del bando per il logo della radio.
Alle ore 18 la compagnia TEATRO ANATOMICO presenta lo spettacolo “LUNGO IL CORPO”
Alle ore 19 PREMIAZIONE e PRESENTAZIONE del nuovo logo di Radio Wombat Firenze
a seguire ci sarà l’aperitivo di autofinanziamento della Polveriera.

Poi fino a chiusura: performance musicale di e con 43_original EDM/drum&Bass/house/techno/dancehall/dub

IL RUMORE DEI SEGNI

Fra i muri della Polveriera, occupata da ormai 2 anni e mezzo, si sono avvicendate iniziative, storie e progetti, ma stavolta è di quello che avviene sui muri che vogliamo parlare! 
Alle Oblate infatti dal 29 novembre fino al 31 dicembre è stata allestita una mostra curata dal Centro studi politico sociale Archivio storico Sessantotto ed alla quale ci siamo interessati fin dalla sua fase progettuale.
I muri rappresenteranno uno spazio di espressione del conflitto sociale e dentro la Polveriera abbiamo potuto approfondire l’argomento in più occasioni, su tutte con “Dans le mur” – iniziativa contro la repressione della libertà d’espressione – e le edizioni di “Wall Skin” ed “Inchiostri Ribelli”.

Ma anche solo passando dal cancello del Chiostro, salendo le scale e poi entrando negli spazi liberati, quotidianamente il dinamismo di questo conflitto è evidente: nuove scritte, nuovi manifesti, nuovi pezzi appaiono e scompaiono, attivando nei nostri cervelli pensieri diversi. 

In occasione della mostra – che ricordiamo sarà allestita fino al 31 Dicembre – abbiamo voluto prenderci una serata di svago e dibattito per domandarci quando e se questi pezzi siano definibili opere d’arte. Chi ne è proprietario, e quindi chi è legittimato a giudicarli, se ipotesi di arte pubblica sono legate a gesti punk come la tag o la scritta vergata con rabbia. Come si mescolano rabbia sociale, disagio metropolitano ed arte? Siamo convinti che non esistano risposte univoche ma che solo dalla pratica e dal dibattito su questi temi si possano descrivere la storia del graffitismo in Italia ed in Europa. E poi il fumetto politico e le autoproduzioni, perchè punto clou della mostra è anche quello del legame e dell’evoluzione di queste forme d’espressione strettamente correlate agli inchiostri sui muri delle città. 
Una serata all’insegna degli inchiostri ribelli, con l’Archivio del 68, il MEP, i compagni e le compagne di Inchiostri Ribelli e tante e tanti altri appassionati!
– Articolo sul sito DEApress e su GoldWorld.
Evento Facebook.

PS: per l’occasione la selezione musicale dopo il dibattito, durante la cena, sarà curata dalla neonata Radio Wombat! -> qui il sito con diretta streaming h24 e podcast dei programmi. Stay tuned!