Assemblea contro gli sgomberi (giovedì 16)

Un mese fa ci siamo riuniti per fare fronte alla minaccia di sgombero calata sugli spazi autogestiti della Polveriera Spazio Comune.
È stata un’occasione importante e sicuramente emozionante trovarsi così tanti, singoli e collettivi, uniti e pronti ad agire per una resistenza comune.
Oggi ancora più di allora si delinea un quadro tetro per l’intera città. Da ora tutti gli spazi liberati di Firenze si trovano sotto sgombero; sono minacciati i centri sociali, nostre possibilità di aggregazione e realizzazione di vite alternative nella plasticosa città usa e getta di Nardella e della turistificazione. Sono minacciati gli spazi di agricoltura contadina come le palestre popolari. Sono centinaia le persone che abitano in occupazione e rischiano di trovarsi in strada a causa delle politiche oppressive che ci vedono tutti come nemici.

Tutti e tutte noi sappiamo sotto quanti fronti le nostre vite sono aggredite dalle pratiche predatorie del neoliberismo e ora più che mai da un’ideologia di stato che vuole cancellare ogni forma di diversità. Sappiamo che ogni forma di oppressione è una ferita per tutti, che su ogni fronte di attacco c’è chi lotta e resiste. Sappiamo anche che in questo siamo parte della stessa lotta, della stessa resistenza alla barbarie di intolleranza e fascismo che vuole vederci rinchiusi in vite grigie per uno stupido gioco di ignoranza e potere.
Davanti alle minacce che colpiscono gli spazi autogestiti, i migranti, le donne, i lavoratori, le nostre stesse piazze e la nostra quotidianità non vediamo altra via che ritrovare nell’atomizzazione delle lotte quel fronte unitario che ci vede ogni giorno difendere valori e pratiche comuni.
Non si tratta di sovrapposizioni o macchinose organizzazioni ma di ricucire quella rete smagliata da anni di arretramenti e defezioni ma anche arricchita in esperienze e nuovi soggetti conflittuali.

Ritrovarsi, dunque, per dare forza ad ogni lotta, costruire un percorso comune che partendo dalla necessità di azione possa costruire una prassi condivisa, che garantisca autonomia nell’agire e unità d’intenti.
Come farlo è ciò che ci porta nuovamente a riunirci questo giovedì 17.
Si è parlato di valorizzare ciò che già esiste, portarlo per la città, farci sentire e farci vedere. Si è parlato di trovare un linguaggio che possa mostrare questa unità, di come comunicarla, di come realizzarla in momenti focali. Ora questo percorso deve realmente assumere il ruolo che si è proposto di seguire, essere realmente luogo di incontro e di autorganizzazione, il nemico è alle porte e nessuno può rimanere solo.

Per questo invitiamo nuovamente questo giovedì 17 alle ore 19 tutti e tutte a ritrovarci presso la Polveriera per costruire insieme la resistenza di Firenze all’assalto repressivo e securitario che investe le nostre vite.

Contro ogni delega, contro ogni autorità
In difesa della Polveriera
In difesa di ogni autogestione

Cinema Intrattenimento Anti Capitalista… SI GIRA #7 [dom17]

Cinema Intrattenimento Anti Capitalista …SI GIRA #7
Questa settimana combattiamo.
Come la scorsa.
Contro la limitata visione di film chiusi nell’insieme di film posthollywoodiani.
Contro i films di Nolan,Scorsese e Burton.
Contro films fatti con le limitazioni dei produttori.
E contro le parti ideologiche che alcuni film prendono erroneamente a mio parere nel panorama politico contemporaneo. Un esempio può essere American Sniper ,che è palesemente portatore di una visione reazionaria condivisa sia da regista che dai produttori,escludendolo da una visione cinematografica in senso stretto. In parole semplice,un idea che mostra un’altra idea è un nano che sale su un altro nano.
Noi invece, essendo le persone serie che in questi 5 anni abbiamo dimostrato di essere, andiamo alla ricerca dei giganti. Del cinema che sia solo cinema. Del cinema che con pochi soldi tenta di donare al Mondo del Cinema una scena di uno zombi che combatte contro uno squalo.
La citazione a American Sniper di Clint Eastwood è calzante. Diciamo che il nostro CIAC di questa settimana tenta di ricordare , alla testa ora bianca di Eastwood,che tutto ciò che è stato il cinema americano è stato grazie alle nostre innovazioni tecniche ,sia nel genere (splatter,commedia rosa,western) che nella formazione di stile di regia di molti registi americani.
A partire da Tarantino.
Basti ricordare Mario Bava quando con Reazione a Catena teorizzò lo splatter.
Oppure quando in un sequel bastardo (diciamo spurio) di Zombie di Romero, Fulci inserì una scena che dopo Tarantino rubò per inserirla nel suo A prova di Morte. Scena che, per chi avrà inteso, riecheggia molto anche di Bunuel e di UNA GRANDE CONSAPEVOLEZZO NELL’USO DELL’IMMAGINE.
O ancora l’inquadratura di un foro di un proiettile nel costato di un attore che lascia vedere in lontananza il pistolero con la pistola fumante. Utilizzato anche in “La morte di fa bella”,è in verità presa da Apocalispe Domani di Antonio Margheriti ,film che Margheriti usò per sfruttare il successo di Apocalipse Now di Coppola.
Sempre senza prendere nessun risvolto politico o anche solo ideologico che non fosse mirato all’Arte.
Cosi come La Polveriera.
Senza scocciarvi oltre, anche se potrei, rimando curiosità ed approfondimenti sul tema, in sede CIAC.

DALLE 12.OO ALLE 13.3O “ZOMBI 2” di Lucio Fulci

PRANZO FAGGIOLATA ALLA BUD SPENCER CON IL RECUPERO DI UNA MAGNIFICA ROSTICCERIA tra primo e secondo film.

DALLE 13.3O ALLE 15.OO “APOCALYPSE DOMANI” di Antonio Margheriti
DALLE 15.OO ALLE 16.4O “CANI ARRABBIATI” di Mario Bava
DALLE 16.4O ALLE 18.2O “IL PIANETA PROIBITO” con MACHINE FUNK
DALLE 18.20 ALLE 2O.OO INSONORIZZAZIONE MACHINE FUNK di “AELITA”
(FILM SCIFI PRODUZIONE SOVIETICA)

Vi aspettiamo in questa grande rivalorizzazione concreta delle nostre radici, sincero apprezzamento per la patria ,ma soprattutto d’incontro e presa bene con tanto CIAC in testa.

Machine Funk//2019 Polve in Lotta! con HZHA & Segugi Infernali [DOM 16]

 

ore 18
HZHA sonorizza SCI-FI

ore 20
Machine Funk 2k19 Jam
Hosted by: Segugi Infernali del Purgatorio

videoproiezioni di
f*ckturaelectronica

Machine Funk nasce negli spazi e nelle pratiche di autogestione della Polveriera. Dalla prima festa durante la realizzazione delle pitture murali nella sala eventi, attraverso anni di jam session, collaborazioni con altre crew, benefit con collettivi politici, abbiamo volato con musicisti e dj straordinari che sono venuti a portare la loro arte e la loro cultura negli spazi della Polveriera, all’Ex Indiano Occupato, nelle occupazioni di Via Toselli, Viale Corsica 81, di via del Leone, della Crepa, al CSA nEXt Emerson, nelle TAZ, nei sottopassaggi, nei warehouse party, nei reclaim the streets, nelle street parade, nei block party, nelle collaborazioni con OTK Sound, con Dissidanza, con Disco Rebel Foundation, con TULLO SOLDJA CREW, con NUMA CREW , con DARETTA & Taipan Project, con INNERCITY JUNGLEe con mille altri compagni e musicisti fuori dagli schemi del commercio come noi, sempre e solo in autogestione.

Machine Funk chiude il suo ciclo di iperstizione, sviluppato per 6 settimane al CSA nEXt Emerson con un live set di HZHA (su un film SCI-FI a scatola schroedingerianamente chiusa) e una jam session guidata dai fidi Segugi Infernali del Purgatorio.

Machine Funk torna nella sua culla a restituire alla Polveriera tutto il calore e la solidarietà e – soprattutto – l’accoglienza che ha saputo manifestarci in questi anni di collaborazione.
Machine Funk aderisce all’appello della Polveriera e lo rilancia in calce a questo comunicato. L’Assemblea di lotta è chiamata per Lunedì 17 alle 19.

Machine funk raccoglie l’appello a portare i suoi contenuti in Polveriera da subito.

In difesa della Polveriera
In difesa di ogni autogestione
Il collettivo di Machine Funk
_________________________________________________________________
AVVISO: IN POLVE NON SPACCI / NON FAI IL FASCIO / NON
ENTRI SE SEI BIRRO / NON RUBI / NON FAI PROFITTO / NON
SEI SESSISTA / NON SEI RAZZISTA / ALTRIMENTI POI VEDI.
_________________________________________________________________
https://www.facebook.com/events/228469658045117/

POLVERIERA IN LOTTA / ASSEMBLEA CONTRO LO SGOMBERO

LUNEDI 17 DICEMBRE DALLE 19.00

Polveriera in lotta – Lunedì 17 Dicembre – Assemblea contro lo sgombero

Polveriera in lotta – Lunedì 17 Dicembre
Assemblea contro lo sgombero
Dalle 19.00 in via Santa Reparata 12 r 
Da cinque anni La Polveriera Spazio Comune è un luogo in cui ogni collettivo – studentesco e non –, realtà di movimento, gruppo di artisti, aggregazione fuori dagli schemi, che provenga dalla città o sia in visita, può realizzarsi ed esprimersi. Questo spazio rappresenta una singolarità nel tessuto del centro di Firenze, aggredito dalla gentrificazione e sistematicamente spogliato delle proprie realtà sociali. Come in altre città in tutta Italia, si vede la continua marginalizzazione verso la periferia dei cittadini e la repressione dei luoghi che promuovono o sono sfondo di una socialità libera e orizzontale, siano esse piazze, strade, o spazi comuni.
 
Con l’annuncio dello sgombero da parte del CDA dell’Azienda per il Diritto allo Studio Universitario – per motivi puramente immobiliari – La Polveriera chiede una mobilitazione straordinaria a tutte le realtà che le sono vicine o che hanno attraversato i suoi spazi. Invita a partecipare, a condividere e usare lo spazio, poiché esso è stato fatto per essere fruito. Incoraggia pertanto a continuare, come sempre è stato fatto in questi anni, ad arricchirla di contenuti, aggregazione e confronto. E, ancora di più, esprime la necessità di intraprendere un percorso di lotta comune, mobilitarsi in difesa delle autogestioni e occupazioni, combattendo assieme il processo di gentrificazione e turistificazione. 
 
Studenti, artisti visivi, scrittori, musicisti, teatranti, collettivi politici studenteschi e non, intellettuali, progetti sociali, fanzine, mercanti genuini e clandestini, autoproduttori, editori indipendenti, etichette musicali, urbanisti e architetti, autocostruttori, occupanti, autogestori sono tutti invitati a partecipare a una grande assemblea di lotta, indetta per lunedì 17 dicembre 2018 alle 19 negli spazi della Polveriera.
La gentrificazione, l’autoritarismo e la repressione culturale sono a un nuovo apice e siamo solo all’inizio di un sistematico processo di smantellamento dei diritti, promosso e legittimato da provvedimenti come il DL Salvini. 
Lottiamo insieme.
 
Contro ogni delega, contro ogni autorità o decisione imposta dall’alto, la Polveriera resta aperta, le attività proseguono, l’assemblea di autogestione continua a riunirsi ogni lunedì dalle 19.00 alle 22.30.
Insieme a tutti coloro i quali hanno intrapreso con noi questo cammino, lo hanno attraversato, sospinto, sostenuto, accompagnato finora e da qui in avanti.
Insieme a tutte le realtà che ci hanno sostenuto e che sosteniamo condividendone pratiche e valori.
 
In difesa della Polveriera 
In difesa di ogni autogestione

C.I.A.C. #6

CIAC #6
Cinema Intrattenimento Anti Capitalista …SI GIRA #6
La polveriera sotto sgombero non si arrende e continua ad offrire qualità.
Anche questa domenica 4 films, tema : L’ESASPERAZIONE. O meglio la sclerata.In termini secchi.
Con questo CIAC, vogliamo far vedere che forme può assumere l’urlo interiore dell’anima che muove la madre con tre bambini a sbattere violentemente la bottiglia sul tavolo. Vogliamo contare in quanti modi si possono rompere i piatti. Quindi ,continuando a valvolare ,abbiamo impostato cosi l’esperienza di questa domenica:
LA SKLERATA PUO’ ESSERE :
-GLORIOSA
-MOTIVATA
-INTERROTTA (IDENTICAMENTE AL COITO!!)
-FATALE
In ordine cronologico daremo spazio, sul muro della nostra amatissima Polveriera, ai lavori dei migliori registi I-TA-LI-ANIIIII *con la voce del Ducs* . Li citiamo per rispetto alla loro memoria: RENATO CASTELLANI,LUIGI ZAMPA,DINO RISI,SERGIO CORBUCCI.
Non vi tengo più sulle spine
DALLE 17.OO ALLE 18.5O “DUE SOLDI DI SPERANZA”
DALLE 15.OO ALLE 16.5O “GLI ANNI RUGGENTI”
DALLE 19.OO ALLE 2O.4O “IN NOME DEL POPOLO ITALIANO”
DALLE 21.OO ALLE 22.4O “CHE C’ENTRIAMO NOI CON LA RIVOLUZIONE?”

Se amate UGO TOGNAZZI, VITTORIA GASSMAN, PAOLO VILLAGGIO o VINCENZO MUSOLINO (CHI?!?!) VINCENZO MUSOLINO,un talento d’uomo, proiettiamo il suo film d’esordio come primo film, un talento soprattutto per essere nato e morto lo stesso giorno. Il 9 maggio. MA SOPRATTUTTO NON MANCATE SE AMATE LA POLVERIERA ,dimostrando solidarietà nei confronti di un posto che può offrire ancora tanto CIAC,potremo farci ancora sentire. Anche se ci porteranno all’esasperazione, in tutte le sue forme.
. N’ABBRACCIO CIRCOLARE.