Tag Archives: autogestione

LA POLVE (R)ESISTE– SABATO 16 MARZO

Il sole splende, anche questo inverno mutante sembra essere passato. Sebbene un gelo culturale ci circondi e si aggrappi furiosamente alle sue fragili e decomposte idee gli alberi da frutto che piantammo nel prato di Santa Apollonia sono già in fiore per il loro quinto anno di autogestione.

Quale momento migliore della brezza primaverile per riprendersi la città?

La Polveriera non si lascia sfuggire l’occasione e accoglie la nuova stagione con una giornata di apertura, dal chiostro al quartiere, per riprenderci le nostre vite e costruirne un mondo migliore. Una giornata di sole e autogestione sembra un buon punto di partenza per un’impresa simile e una buona terapia per gli eccessi di bile a cui certi predicatori ci sottopongono.

Inizieremo con il riportare dove è nato il mercatino “Di Mano In Mano” che dall’alba delle 10:30 di mattina cospargerà i portici di usato, baratto e riuso.

Seguirà un pranzo en plein air, per godersi il famoso pratino e permettere anche ai più festaioli e festaiole di recuperare le energie spese nottetempo.

Belli rinforzati saremo pronti a uscire dalla tana per attraversare il quartiere di San Lorenzo con una passeggiata che porti nei vicoli e nelle piazze le nostre (r)esistenze. Fra muraglie di cemento abbandonate, strade da sempre popolari e turisti in bermuda ci aggireremo a raccontare un’altra città possibile e reale. Le materie prime le abbiamo da sempre: la nostra presenza, le parole, la musica, il teatro, la solidarietà, le lotte e un’infinità di produzioni collettive.

Il messaggio è chiaro: qui eravamo, qui siamo e qui resteremo. Non basta un inverno di sgomberi e soprusi a spaventarci, il mondo è nostro! È ora di parlare a tutti e tutte di un’idea diversa, un’alternativa possibile e umana che costruiamo di giorno in giorno attraverso l’autorganizzazione.

Tornando alla nostra piazza verde ci aspetterà una grande serata con Disco Rebel Foundation che porterà, direttamente da Genova, le sonorità dub di Militant Youth Hi-Fi, con tanto di vinili e un grande sound system per ballare fino a notte inoltrata.

//////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////

La miccia della Polveriera è sempre accesa!

\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\

 

Programma

_10:30

per tutta la giornata DI MANO IN MANO mercatino dell’usato, del baratto e del riuso.

_13:00

pranzo

_15:00

passeggiata polverosa attraverso il quartiere di San Lorenzo

_18:30

si accende il sound system di Militant Youth Hi-Fi, con Disco Rebel Foundation per una serata fra reggae e dub a pieni decibel.

 

 

Come sempre a ingresso gratuito e prezzi popolari

Come sempre in difesa delle autogestioni

APPELLO: la Polveriera è sotto sgombero! DIFENDIAMO LE AUTOGESTIONI!

La Polveriera Spazio Comune

LA POLVERIERA è SOTTO SGOMBERO!
DIFENDIAMO L’AUTOGESTIONE!

Venerdì scorso il CDA dell’Azienda Regionale per il Diritto allo Studio ha approvato – senza alcun preavviso e con il solo voto contrario delle rappresentanze studentesche – lo sgombero degli spazi comuni della Polveriera come condizione per l’avvio dei lavori di riqualificazione di sant’Apollonia.
Anni fa (diversa era la giunta regionale, uguale il partito) questo
progetto di riqualificazione fu presentato con la promessa di restituire un luogo semi-abbandonato e fatiscente agli studenti e abitanti del centro storico. Un progetto che oggi prevede uno stanziamento di 2.3 milioni di euro, ma che nel frattempo è cambiato: invece che agli studenti, gli spazi recuperati serviranno per ospitare uffici di fondazioni ed enti regionali. Così come il giardino del chiostro interno è stato chiuso per essere cornice e sfondo esclusivo degli eventi organizzati nell’auditorium che la regione affitta, anche gli spazi del loggiato – sin dagli anni ’70 percorsi dagli studenti e dalle studentesse che frequentano la mensa universitaria – dovranno essere chiusi.

La Polveriera è nata nel 2014, durante le proteste messe in atto dai collettivi universitari contro le sempre maggiori limitazioni di orario delle università e delle aule studio e contro l’aziendalizzazione disumanizzante dei corsi di studio, organizzando assemblee e occupazioni nelle facoltà. In questo contesto, alcuni collettivi iniziarono ad auto-organizzarsi per
riappropriarsi di ciò che era loro diritto, occupando le stanze del
primo piano, inutilizzate da decenni, e imponendo così alle istituzioni di prendere atto di ciò che ignoravano di proposito: gli studenti hanno dei diritti e delle esigenze e non sono più disposti a credere a vaghe promesse di un futuro felice.

Per questo la Polveriera nasce come “Spazio Comune”: avevamo bisogno di un luogo aperto a tutti dove fermarci e riflettere, dove incontrarci e condividere, per auto-formarci, organizzarci e lottare contro una società attenta solo al profitto. In questi anni la Polveriera è stato un luogo di aggregazione e condivisione di saperi e un laboratorio di pratiche antifasciste, antisessiste e antirazziste. Ha ospitato e organizzato centinaia di iniziative gratuite: corsi, laboratori, presentazioni, proiezioni, spettacoli, concerti e assemblee, ennesima dimostrazione che l’ostacolo a un impegno concreto verso le persone non è la mancanza di soldi bensì la mancanza di volontà.

La Polveriera è ancora qua, dopo quasi cinque anni di occupazione, nel cuore di un centro storico piagato dalla speculazione economica sia privata che pubblica, a dimostrare che oggi più che mai sono necessari spazi liberati e liberi; che l’auto-organizzazione – ovvero la partecipazione diretta alle decisioni che riguardano la vita di ciascuno – è l’unica pratica legittima che non smetteremo di portare avanti, qui e ovunque.

Contro ogni delega, contro ogni autorità o decisione imposta dall’alto, la Polveriera resta aperta, le attività proseguono, l’assemblea di autogestione continua a riunirsi ogni lunedì dalle 19 alle 22,30.

Insieme a tutti coloro i quali hanno intrapreso con noi questo cammino, lo hanno attraversato, sospinto, sostenuto, accompagnato finora e da qui in avanti.

Insieme a tutte le realtà che ci hanno sostenuto e che sosteniamo condividendone pratiche e valori.

In difesa della Polveriera, in difesa di ogni autogestione.

ADESIONI [in aggiornamento – per aderire scrivici a          lapolveriera.spaziocomune@inventati.org ]:

A Rivista anarchica – Rivista (Milano)
Alterpiana – Progetto politico collettivo (Firenze)
Associazione Culturale Fumofonico – Associazione (Firenze)

Associazione “Firenze, le Piazze degli anni 70” – Associazione (Firenze)
Associazioni Inquilini e Abitanti – Unione Sindacati di Base

Ateneo Libertario Fiorentino (Firenze)
A Testa Alta – Associazione (Palermo)
AvANa BBS – AVvisi Ai NAviganti (Roma)
Agripunk – comunità antispecista
Assemblea per la Piana contro le nocività (Firenze)
Assemblea Cavallerizza 14:45 (Torino)
Alessandra Caputi

Agnese Turchi, Studente Ph.D – Dip. di Scienze della Terra, Unifi (Firenze)
Alberto Prunetti – Scrittore (Piombino)

Alberto Ziparo, Professore associato – Scuola di Architettura, Unifi (Firenze)
Antonio Fiorentino, Architetto, già Professore alle scuole medie superiori – Liceo Artistico Statale “P. Petrocchi” (Pistoia)
Andrea Micalone – Scrittore (Pescara)
Andrea Angiolino – Autore e giornalista (Roma)

Antonello Nave – Regista e attore, Altroteatro (Firenze)
Ariel Arango – Regista (Bogotà, Colombia)
BORDA!Fest – Festival (Lucca)
CAL – Cordinamento Anarchico Libertario (Firenze)

Cantiere Sociale Camilo Cienfuegos (Campi Bisenzio)
Centro Popolare Autogestito Firenze Sud (Firenze)
Centro Sociale Autogestito nExt-Emerson (Firenze)
Comitato NO TAV (Firenze)
Collettivo SUM – Liceo Classico Michelangiolo (Firenze)
Collettivo SKA – Liceo Classico Galileo (Firenze)
Collettivo Antipsichiatrico Antonin Artaud (Pisa)
Collettivo Bethune – Ambulatorio Popolare (Firenze)
CAS Firenze – Collettivo Antagonista Studentesco (Firenze)

Collettivo ArkKostruendo – Scuola di Architettura, Unifi (Firenze)
Collettivo CodiceRosso – Scuola di Scienze della Salute Umana, Unifi (Firenze)
Collettivo Cosmos – Liceo Scientifico Castelnuovo (Firenze)
Collettivo di Agraria – Scuola di Agraria, Unifi (Firenze)
Collettivo di Scienze e Collettivo Sestograd – Scuola di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali, Unifi (Firenze)
Collettivo Filodatorcere – Scuola di Ingegneria, Unifi (Firenze)
Collettivo Krisis – Scuola di Studi Umanistici e della Formazione, Unifi (Firenze)
Collettivo Laboratorio15 – Scuola di Psicologia, Unifi (Firenze)
Collettivo Politico – Scienze Politiche, Unifi (Firenze)
Collettivo Rosso Malpolo – Polo delle Scienze Sociali di Novoli, Unifi (Firenze)
Collettivo Kirillov (Prato)
Collettivo Nuovi Rumori (Firenze)
Collettivo Putilov (Firenze)
Comitato San Salvi chi può (Firenze)
Comitato Villa Giaquinto (Caserta)
Comunità di Resistenza Contadina Jerome Laronze – Genuino Clandestino nodo fiorentino (Firenze)
CSOA Forte Prenestino (Roma)
CUSA – umanesimoAnarchico (Firenze)
City Final – Gruppo musicale (Firenze)
Claudia De Concini, Assistente – European University Institute (Firenze)
Claudia Pinelli – Attivista (Milano)
DJ Craim – (Firenze)

Deiezione HC – Gruppo musicale (Pisa)
Disco Rebel Foundation – Collettivo musicale (Firenze)
Dissidanza – crew

Daniela Poli, Professoressa ordinaria – Scuola di Architettura, Unifi (Firenze)
Daniele Vannetiello, Professore a contratto – Dip. di Ingegneria Civile, Chimica, Ambientale e dei Materiali, Unibo (Bologna)
Davide  Cauciello, Architetto (Bruxelles)
Donella Verdi – Consigliera comunale, Firenze riparte a sinistra (Firenze)
Edizioni Alegre – Casa editrice (Roma)
Entrelazando – Productora fotográfica y audiovisual itinerante (Latinoamerica)

Exit-Enter – Artista (Firenze)
Enzo Scandurra, già Professore ordinario – Dip. di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale,
Enrico Sibilla – Scrittore e traduttore (Milano)
Forum Civism Beni Comuni (Firenze)
Federazione dei Verdi (Firenze)
Federazione Fiorentina del Partito Comunista (Firenze)
Fronte della Gioventù Comunista (Firenze)
Fuori Binario – Giornale (Firenze)
Fuorimercato – Autogestione in movimento (Milano)

Francesco Biagi, Professore – Istituto italiano per gli studi filosofici (Napoli)
Federico Di Traglia, Ricercatore a tempo determinato – Dip. di Scienze della Terra, Unifi
Filippo Frittelli – Regista e attore, Underwear Theatre (Firenze)
Federico Tassini – Regista, attore e attivista (Firenze)
Francesca Gabbriellini – Attivista, Progetto Rebeldia (Pisa)
Gruppo Capoeira Angola Meninos de Angola (Firenze)

Giancarlo Paba, già Professore ordinario – Scuola di Architettura, Unifi (Firenze)
Gloriana Gregorini, Professoressa alle scuole medie superiori – Istituto di Istruzione Superiore “A. Panzini” (Senigallia)
Gabriele Romei – Artista (Firenze)
Gigi Malabarba – Attivista e sindacalista, Fabbrica recuperata RiMaflow (Trezzano sul Naviglio)
Harmakis Edizioni – Editore (Montevarchi)
IAM – Iniziativa Antagonista Metropolitana
La Sapienza (Roma)
Luigi Chiarella–yamunin,  Scrittore (Vienna) 
IVANOSKA – Gruppo musicale (Firenze)
IF_DO – Hacklab fiorentino (Firenze)
Iacopo Zetti, Professore associato – Scuola di Architettura, Unifi (Firenze)
Ilaria Agostini, Ricercatrice – Dip. di Beni Culturali, Unibo (Bologna)
Jordan Kaspar Baldassini – Editore (Firenze)
Laboratorio perUnaltracittà – Laboratorio politico (Firenze)
Laboratorio Sociale Millepiani (Caserta)
Libera Biblioteca De Carlo (Urbino)
Lamiere – Gruppo musicale (Firenze)
L’Eco del Nulla – Rivista (Firenze)

Leandro Picarella – Regista (Firenze)
Lorenzo Perini – Architetto, studente e attivista (Firenze)
Machine Funk – Laboratorio musicale (Firenze)
Maggio Reggae – Collettivo musicale (Firenze)
Maremma Antifa (Grosseto)
Minima&Moralia (Blog)
Mondeggi Bene Comune – Fattoria senza padroni (Firenze)
Maddalena Rossi, Professoressa a contratto – Scuola di Architettura, Unifi (Firenze)
Marco Tangocci – Autore ed editore (Firenze)
Maria Sardella – Scrittrice e docente (Brescia)
Martina Guerrini – Scrittrice e attivista (Firenze)
Marco Perduca – già senatore

Melody Waysieh Behbahani – Teatrante (Firenze)
Maurizio Dolfi – Attivista, CEP – Comunità Isolotto (Firenze)
Miriam Amato – Consigliera comunale, PaP (Firenze)
Nodo Solidale (México)
NUDM – NonUnaDiMeno – Piattaforma (Firenze)
Nazione Indiana (Blog)
OTK Sound – crew
Niccolo Gallio, Persona di firenze
Occupazione via del Leone (Firenze)

Occupazione viale Corsica 81 (Firenze)
Ornella De Zordo, già Professoressa ordinaria – Dip. di Lingue, Letterature e Studi interculturali, Unifi (Firenze)
Partito della Rifondazione Comunista (Firenze)
Potere al Popolo (Firenze)

Presidio No inceneritori No aeroporto (Firenze piana)
Progetto Rebeldia – Progetto politico collettivo (Pisa)
Paola Boggi
Pietro Gaglianò – Critico d’arte e curatore (Firenze)
Paolo Turchi, Graphic Designer, Professore alle scuole medie superiori – Liceo Artistico Statale “E. Mannucci” (Ancona)
Pietro De Vivo – Editore (Roma)
Radio Wombat (Firenze)
Radio Onda Rossa (Roma)
Radio Rogna (Sarzana)
Radio Blackout (Torino)
RCF – Rete dei Collettivi Fiorentini
Rete SET Italia – Sud Europa di fronte alla Turistificazione – Piattaforma (Firenze)
Ribellarti – Laboratorio artistico (Firenze)
RUF – Riders Union Firenze (Firenze)
Pachamama Teatro (Buenos Aires – Firenze)
Post-Hit – Progetto artistico (Firenze)
Progeas Family – Laboratorio artistico (Firenze)
Quarto Podere – gruppo musicale (Toscana)

Rosanna Volpi – Attivista e scrittrice, Non Una di Meno (Livorno)
Roberto Budini-Gattai, già Professore ordinario – Scuola di Architettura, Unifi (Firenze)
Studenti di Sinistra – Ateneo Fiorentino
SIC – Scrittura Industriale Collettiva (Firenze)
Sindacato Autogestito USI sanità – Careggi (Firenze)
Spazio Autogestitio Ri-Make (Milano)
Spazio InKiostro – Spazio sociale (Firenze)

sQUEERt Parade (Firenze)
Studentato Autogestito PDM 27 (Firenze)
SCIRA – Studenti Casertani In RivoltA (Caserta)
Spliffin Movement – Collettivo musicale (Firenze)
Street Levels Gallery – Galleria d’arte (Firenze)
Storie in Movimento – Redazione (Bologna)
Spliffin Movement – crew (Firenze)

Stefano Patrizio – Musicista
Sara Marzullo – Autore (Siena)
Simone Bachechi – Autore (Firenze)
Teatro Officina Refugio (Livorno)
Three Faces – Associazione culturale (Firenze)
TheFLR – The Florentine Literary Review – Rivista (Firenze)

Tamburo – Musicista (Firenze)
Tiziano Cardosi – Attivista, Comitato NoTav (Firenze)
Tommaso Grassi – Consigliere comunale, Firenze riparte a sinistra (Firenze)
Uomini nudi che corrono – Collettivo di artisti (Macerata)
UR Suoni – Etichetta discografica indipendente (Fireze)

Zambra – Gruppo musicale (Pisa)
Verde Rivista – Rivista (Roma)
Valentina D’Ippolito – Studentessa (Firenze)
Vanni Santoni – Scrittore (Firenze)
Zapruder. Storie in Movimento – Rivista (Bologna)

—————————————————————————————-

Su Minima&Moralia un appello spontaneo alla mobilitazione solidale anche da parte del mondo della cultura [firme in aggiornamento]:
http://www.minimaetmoralia.it/wp/difesa-della-polveriera/

Due-giorni di arte: incontri, decorAzioni, concerti e confronti

17-18 febbraio. A Firenze, un fine settimana ricco di eventi, arte, incontri e confronti.

“Chi governa dice ‘nessuno tocchi le città’, mentre lo dice però le tocca, e certo non piano, le trasforma, le devasta, limita ogni giorno più lo spazio pubblico nel sogno del controllo totale, gelide vetrine per ospitare capitali, grandi eventi fotocopiati scimmiottando cultura, turisti danarosi e aperitivi replicati indicano la direzione del sogno di qualcuno.
Ma bellezza di Firenze, di Milano e di ogni città è data dall’azione dal basso di chi le vive e le attraversa; le pratiche artistiche di strada hanno una storia lunga e multiforme, di diffusione planetaria, totalmente multietnica e multiculturale.
Non può essere questione di richieste, permessi e burocrazia, non è qualcosa che si può controllare se non per rendere il tutto asettico, triste e falso.
Non ci interessa il dibattito buono/cattivo, e ci repelle ragionare su legale o illegale.
La nostra arte vuole essere pubblica.”

Vogliamo discutere di questo e di altro con artisti e progetti fiorentini, milanesi e di altre città, con il collettivo Wiola Viola, con l’assemblea RibellArti e con chi altri vorrà partecipare. Cercheremo confronti e parallelismi fra luoghi simili e diversi, proveremo a  capire le possibilità di azione ed espansione di reti solidali di scambio e produzione artistica, e tenteremo di analizzare le nuove forme e pratiche d’arte che da qualche anno si vanno sperimentando.
C’è nell’aria un nuovo modo di fare, e ne vogliamo parlare tutti insieme.

ELENCO DEI TAVOLI:

Le nuove forme di produzione e diffusione artistica
// Dove parleremo di diritto d’autore, copyleft, luoghi e freschi modi di (ri)produzione dell’arte contemporanea.
Corrado Gemini (CTRL)
Stefano Bonora (curatore indipendente)
Vincenzo Marrese (artista)
Rocco Qahwa (musicista)
Marco Teatro (artista)
Daniele Gambetta (scrittore)

La repressione nell’arte
// Dove affronteremo l’aspra questione confrontando le esperienze fiorentine con quelle milanesi e di altre città, e dove proveremo a misurare le possibilità reali di una rete solidaristica antagonista.
Domenico Melillo (avvocato e autore)
Angela Ferravante (avvocato)
Andrea Cegna (autore)
Mehstre (artista)

Decor.Azioni
// Dove esporremo e pittureremo.
Piger, Marco Teatro, ivan, Frode, Mister Blob, Stefano e Mattia Bonora, Endone, Mehstre, Mister Caos, Movimento per l’Emancipazione della Poesia, RibellArti crew, Tele Brucio, Jamesboy

PROGRAMMA:

– SABATO 17/2 (@ LaPolveriera SpazioComune)

Ore 16: Tavolo “Le nuove forme di produzione e diffusione artistica”
Ore 18: Presentazione della rivista RibellArti
Ore 20: Aperitivo/cena
Ore 21: Concerti di Iena (Firenze/punk oi) + Nofu (Roma | hc vecchia scuola) + Twinz dj-set (Milano | elettronica in creative commons)
Tutto il giorno: “Decor.Azioni”

– DOMENICA 18/2 (@ Occupazione Viale Corsica)

Ore 15: Workshop di xilografia a tema “Insettario, erbario”
Ore 18: Tavolo “La repressione nell’arte”
Ore 20: Aperitivo/cena
Ore 21: Mimmi & LaPonto dj-set
Tutto il giorno: “Decor.Azioni”

// Gli incontri saranno seguiti da Radio Wombat Firenze. / Sempre sintonizzati.

// Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito.

“Musica e colore, artisti e cittadini, insieme a Wiola raccontiamo una città diversa. L’arte è comunicazione, è trasformazione, è un processo che istintivamente connette, racconta, evolve il tessuto urbano e sociale. Wiola tocca i muri, li respira insieme a noi, per raccontarci che è solo nella ricchezza delle differenze che si può costruire un modo nuovo di vedere la città: più positiva, accogliente, e soprattutto unita attorno alla convinzione che colorare un muro non può essere un crimine.”

[05/11] Sunday Vinyl Session #1_Free Entry _Special Guest_ Soul Rockers

—- SOUL ROCKERS SOUND SYSTEM —–

— IMMIROOTS —

— DISCO REBEL FOUNDATION —

 

Sunday vinyl, 100% vintage black music!

 

Primo appuntamento per la session domenicale interamente dedicata alla black music!

Tre regole:

– Session pomeridiana della domenica FREE ENTRY ( ripiglino ).

– Un Sound System ad amplificare la serata.

– Solo musica “black” su vinile senza differenza di genere entro gli anni ’80.

Chapter #1:

Sound System acceso dalle 18:00 fino alle 22:30, tre selecta con una selezione speciale!

Merenda – apericena a prezzi popolari e tante buone vibes per tutti.

NON ARRIVATE TARDI CHE è UNA SESSION POMERIDIANA!!

Vi aspettiamo per condividere questa nuova iniziativa a supporto dei luoghi autogestiti e della cultura dei sound system in tutte le sue sfaccettature e in particolare una bella session la domenica pomeriggio!

SOUL ROCKERS SOUND SYSTEM:

★About SOUL ROCKERS SoundSystem★

Il Suono della Strada prende forma, poiché per questo tutto è stato calcolato, raggiunto e costruito. Presentiamo al mondo il neonato sound di Francesco aka Scratching Sounds e Nico. Una vita di Selecta, di live, una vita di ascolti, Soul Rockers è la notazione musicale che nasce dai giorni nostri, da questo tempo,solido e diretto. Rifacimento dei primi sound “60’s original” in tutte le sue sfumature, con scoop doppio cono a 4 vie, volendone sintetizzare l’essenza in due parole, possiamo dire semplicemente old style! Due parole che dicono molto, come due selecter, con due selezioni, diverse ma con lo stesso filo conduttore e l’identico amore per quella concezione di suono che ha semplicemente devastato emozionalmente le rispettive identità. Ska, rock-steady, early reggae, roots-dub, fino ad arrivare agli 80’s, ma sempre rimanendo sul concetto di originalità, senza perdersi nel groove che non gli appartiene. Soul Rockers è di fatto una missione, una trasmissione: ogni uomo una radio. La “mission” di Soul Rockers Sound System ! Quindi, per gli amanti dei suoni autentici, di quelle culture che nascono da lontano e che ancora oggi rimangono vive grazie alla passione di persone che ci investono l’esistenza stessa…… Soul Rockers Sound System !

IMMIROOTS SOUND SYSTEM:

ImmiRoots Sound nasce a fine 2012 in provincia di Livorno dalla volontà e l’esigenza di diffondere un messaggio di protesta contro Babylon e le sue imposizioni. I messaggi di fratellanza, rispetto e amicizia hanno caratterizzato fin da subito l’idea di collettività che sta alla base della ImmiRoots family. Le selezioni sono tutte rigorosamente su vinile, spaziando dallo Ska al Roots foundation per arrivare a produzioni più moderne Dub – Digital. Dalla primavera del 2014 è stato inaugurato il Sound System auto costruito, come vuole la tradizione Giamaicana, fondamentale strumento per la diffusione delle liriche conscious.

Get Ready? See you in session!

DISCO REBEL FOUNDATION

(in)sorta a Firenze nel Febbraio 2015.

Roots & Dub & Steppa, per lo più su vinile, suonata da un piatto solo. Se poi il convento passa anche una strumentale, ci si canta sopra.E questo è quello che appare poi dietro ci stanno tante cose…

C’è la voglia di offrire una selezione unica di una musica che, sfuggendo dalla maggior parte dei circuiti commerciali, non si può sentire se non a una serata: Original is Original!

È una musica che non vuole essere radicata in nessun ambiente, ma ovunque ci si la volontà di suonarla.

È una situazione che può sbucare fuori ovunque e da qualunque parte: in un locale, in un posto occupato, in spiaggia, in piazza, in campagna.

Questa è la cultura del Sound System: fare in modo di trovare ciò che ci piace dove ci pare. E’ una sete implacabile di libertà & autonomia!

Diffondiamo un messaggio e un modello costruito giorno dopo giorno a partire dalle nostre esperienze, a partire dalle nostre esigenze: tutto per tutti e viva chi vive!