Breve resoconto (27 febbraio)

Ieri si è svolta la prima assemblea per discutere collettivamente il tema dello spaccio e dell’emarginazione nel complesso di Sant’Apollonia, specchio di una situazione diffusa in tutto il quartiere di San Lorenzo.
Eravamo tantissim* e ringraziamo nuovamente tutte e tutti per la partecipazione attiva, convinti ancor di più che momenti come questi, collettivi ed autorganizzati, con chi vive quotidianamente i luoghi e chi lavora sul campo, possano portare a strade realmente efficaci e condivise.

All’ordine del giorno: un confronto sull’incremento della marginalità sociale e le sue cause , indentificando come tali l’impoverimento/assenza di politiche sociali per lavoro, casa ed accoglienza, e politiche cittadine securitarie, la mancanza di spazi di aggregazione extracommerciali, la turistificazione sfrenata e desertificazione dei quartieri con l’allontanamento dei loro abitanti.
L’apertura di un punto di riduzione del danno e sportello di supporto psicologico nel chiostro di Sant’Apollonia, che diventi punto di riferimento nel quartiere per coloro che subiscono le conseguenze dell’emarginazione sociale, spesso legate ad alcolismo e tossicodipendenza in età sempre più precoce. Ancora di più, un luogo che possa fungere da promotore di iniziative di approfondimento sui sistemi politici che prevedono la riduzione del danno, scardinando le politiche proibizioniste.
Proprio quest’ultimo, l’antiproibizionismo è stato il terzo punto discusso, evidenziando la necessità di strappare il commercio di droghe alla mala e prendere atto del fallimento delle politiche repressive proibizioniste, con sempre più controlli nelle scuole e criminalizzazione dell’uso personale, che hanno portato a sovraffollamento carcerario e crescita della domanda.

📖A breve un documento completo dell’incontro e un calendario con i prossimi appuntamenti.
🗣Per saperne di più scrivici
Lapolveriera.spaziocomune@inventati.org